Testata di informazione sul mercato dell'arte e la cultura
Direttore Paolo Vannini - Direttore Editoriale Pierluigi Massimo Puglisi

Articoli News Spettacolo Restauro Design Fotografia Antiquari, Gallerie e Musei Attenzione prego
Aste Europee Aste Italiane Aste Extra Europee Aste Press&Top Lots Libri e Riviste

11 Nov 2011

Presentazione del triennio di lavori di restauro Pieve di S. Appiano a Barberino Val d’Elsa.

Sabato 12 novembre, alle ore 16.30, si terrà presso la pieve di Sant’Appiano (Barberino Val d’Elsa) la cerimonia di presentazione degli ultimi restauri realizzati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici di Firenze, Pistoia e Prato a favore del ricco patrimonio artistico della chiesa.
Gli interventi, avviati nel maggio del 2008, per un importo complessivo di 80 mila euro (stanziato nell’ambito del bilancio ordinario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali) hanno riguardato sia il pieno recupero dell’importante ciclo di affreschi di scuola del Ghirlandaio († 1494), posto nella navata sinistra della chiesa, che le successive testimonianze decorative (XVII sec.), fino ad oggi solo parzialmente leggibili, presenti nelle due cappelle poste ai lati dell’altare maggiore.
Grazie a questi lavori la Pieve, tra le più insigni testimonianze architettoniche della Val d’Elsa, vede terminare il triennio di restauri che hanno consentito il pieno recupero del monumento e del suo patrimonio artistico, compresa una serie di tele con storie della Vergine e dell’infanzia di Gesù, risalenti ai primi anni del XVII secolo. Nell’occasione le tele verranno esposte nella Sala Grande del complesso, a testimonianza del ruolo determinante avuto nel corso dei secoli dalla Pieve che, già nel Trecento, era riferimento per ben 24 chiese suffraganee.

Alla cerimonia interverranno, oltre al Parroco don Luciano Marchetti, l’assessore alla cultura del comune di Barberino V. E. dottoressa Patrizia Sollazzi, l’arch. Claudio Mastrodicasa insieme ai funzionari della Soprintendenza, dott.ssa Ilaria Ciseri e dott. Claudio Paolini, che illustrerà i restauri. L’inaugurazione coincide con la festa patronale.

Lascia un commento