Testata di informazione sul mercato dell'arte e la cultura
Direttore Paolo Vannini - Direttore Editoriale Pierluigi Massimo Puglisi

Articoli News Spettacolo Restauro Design Fotografia Antiquari, Gallerie e Musei Attenzione prego
Aste Europee Aste Italiane Aste Extra Europee Aste Press&Top Lots Libri e Riviste

12 Dic 2011

Palermo, da Governale una mostra sui maestri della pittura dell’ottocento siciliano

governale-dettaglio.gif L’ottocento siciliano, una storia da conoscere e ri-conoscere. Da qualche anno l’ Associazione Culturale Antonello Governale si occupa di divulgarlo con una mostra di fine anno.

Questa volta gli artisti sono:  Aurelio Catti, Antonino Leto, Michele Catti, Francesco Scarpinato, Ettore De Maria Bergler, Francesco Lojacono, Mario Mirabella, Francesco Arancio, Luciano Borzone. Vengono proposte in questa mostra una ristretta cerchia di opere di notevole interesse artistico, quasi tutte assolutamente inedite e corredate da relative schede illustrative.

governale2.gif governale-1.gif

A conclusione dell’anno 2011 particolarmente tormentato, ritorna quindi a Palermo questo interessante momento d’incontro cadenzato negli anni, che ci offre la visione di alcune opere inedite, particolarmente significative di alcuni dei maggiori artisti siciliani del secolo XIX, provenienti da private raccolte. La mostra offre l’occasione per meditare sullo straordinario momento culturale che la Sicilia attraversò tra ” l’Ottocento ed il Novecento”, sino alla stagione del liberty, e che diede vita alla formazione di un valido gruppo di artisti locali, alcuni dei quali oggi certamente apprezzati in tutto il mondo, mentre per altri meno conosciuti si dovrà ancora attendere una maggiore diffusione che solamente studi specifici sulla loro opera potranno darci.

Nel pieno di una intensa crisi economica che colpisce tutti indistintamente e che sta comportando mutamenti tra le classi sociali con un impoverimento generale della popolazione e con un decadimento conseguente anche dei valori morali e religiosi dell’uomo, il mondo dell’arte si pone come evasione ad una realtà spesso difficile dalla quale, talvolta, si vuole evadere.

Il mondo dell’arte quindi, malgrado la diminuita attenzione che le istituzioni oggi le riservano con minori investimenti, svolge tuttavia la propria particolare funzione educativa di arricchimento morale e spirituale, oltre che quella non secondaria di investimento economico del patrimonio e di rappresentanza dello status simbol dell’uomo. Infatti le leggi del mercato che regolano le vendite e gli scambi di tali beni si trovano alla base della creazione delle collezioni pubbliche e private della società, e mettono in moto un importante trasferimento di ricchezza che coinvolge tutto il settore nel quale trovano lavoro numerosissime categorie di operatori specializzati.

Il bene artistico privato quindi svolge anche egregiamente la propria funzione di investimento attraverso una costante rivalutazione del proprio valore economico determinata dalla propria rarità, e dalle leggi del mercato della domanda e dell’offerta. Questi sono i motivi per i quali esso è sempre ricercato ed apprezzato dal mercato.

Dipinti e Sculture dei Secoli XVII e XIX

1 Dicembre - 16 Dicembre 2011

Inaugurazione 1 Dicembre ore 18,00

Visite: Lunedi - Sabato ore 10-13 / 16-20

Associazione Culturale ANTONELLO GOVERNALE

Palermo - Via Libertà 102/A Tel. 091.6251690 - Fax 091. 342088

Lascia un commento