Testata di informazione sul mercato dell'arte e la cultura
Direttore Paolo Vannini - Direttore Editoriale Pierluigi Massimo Puglisi

Articoli News Spettacolo Restauro Design Fotografia Antiquari, Gallerie e Musei Attenzione prego
Aste Europee Aste Italiane Aste Extra Europee Aste Press&Top Lots Libri e Riviste

30 Ott 2015

“Venticinquesimo anniversario dell’edizione internazionale di Il Giornale dell’Arte”

Logo de Il Giornale dell’Arte

Il British Museum, il MOMA e i grandi musei del mondo celebrano una testata giornalistica italiana.

Londra. Neil MacGregor, direttore del British Museum di Londra, Glenn D. Lowry, direttore del MOMA di New York, Mikhail Piotrovsky, direttore dell’Hermitage di San Pietroburgo e Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani di Roma celebrano il venticinquesimo anniversario dell’edizione internazionale di «Il Giornale dell’Arte» con una serie di “processi” all’arte a cui parteciperanno protagonisti della società civile e culturale dei singoli paesi.

È la prima volta che un tributo così elevato viene riconosciuto a una testata giornalistica originata in Italia: infatti «The Art Newspaper» è l’edizione internazionale, edita a Londra e New York, di «Il Giornale dell’Arte» fondato a Torino nel 1983 da Umberto Allemandi.

Il primo appuntamento per oltre 800 invitati, è stato al British Museum di Londra, mercoledì 28 ottobre 2015, alle 18,45 per assistere a «What Is Art For? (A che cosa serve l’arte)»: un vero e proprio “processo” pubblico sul ruolo effettivo dell’arte all’interno della società contemporanea.

Introdotti da Neil MacGregor, direttore del British Museum, sono comparsi come illustri testimoni davanti a un celeberrimo giudice inglese, per rispondere “all’accusa” della Baronessa Helena Kennedy QC:
Karen Armstrong, autrice e commentatrice di religioni comparate; John Barrow, cosmologo, fisico, matematico e commediografo; Ben Okri, poeta e scrittore, e Abdulnasser Gharem, ex colonnello Saudita, artista concettuale e attivista.
Anna Somers Cocks, direttore e co-fondatore di The Art Newspaper, spiega così la scelta dell’indagine: “Credo ci sia urgente bisogno di discutere il ruolo dell’arte in questi tempi tormentati e spaventosi. L’arte che dovrebbe illuminarci è ormai sempre più schiacciata dal mercato. Aprendo la discussione a pensatori al di fuori del mondo dell’arte speriamo di riuscire a considerare la questione con nuove prospettive e avere risposte per rinnovare la nostra fede nell’arte”
Il prossimo processo sarà al MOMA di New York il 18 Febbraio 2016, a cui seguiranno nella primavera del 2016 l’ Hermitage di San Pietroburgo e i Musei Vaticani a Roma.

Oggi il network del Giornale dell’Arte fondato da Umberto Allemandi nel 1983, coinvolge oltre 250 collaboratori in 70 nazioni con redazioni a Torino, Londra, New York, Parigi, Mosca, Pechino e Atene.
ll network include:
· Il Giornale dell’Arte, Torino, fondato nel 1983
· The Art Newspaper, London and New York, fondato nel 1990
· Ta Nea Tis Technis, Athens, fondato nel 1992
· Le Journal des Arts, Paris, fondato nel 1994
· The Art Newspaper Russia, Moscow, fondato nel 2012
· The Art Newspaper China, Beijing and Hong Kong, fondato nel 2013

Lascia un commento