Testata di informazione sul mercato dell'arte e la cultura
Direttore Paolo Vannini - Direttore Editoriale Pierluigi Massimo Puglisi

Articoli News Spettacolo Restauro Design Fotografia Antiquari, Gallerie e Musei Attenzione prego
Aste Europee Aste Italiane Aste Extra Europee Aste Press&Top Lots Libri e Riviste

25 Apr 2016

Dai MEDICI ai LORENA: il governo illuminato di PIETRO LEOPOLDO di TOSCANA

 leopoldo-500×465.jpg

Tra aprile e maggio presso il Consiglio Regionale Salone delle Feste, via Cavour, 18 Firenze ore 17.30, si terranno 3 interessanti incontri sulla storia TOSCANA, organizzati dal Gruppo Lega Nord, come relatore il Prof. Giovanni Cipriani docente di storia della Toscana Università degli Studi di Firenze.
Ogni incontro sarà presieduto da Manuel Vescovi, Presidente Gruppo Lega Nord e Jacopo Alberti, Consigliere regionale Presidente della commissione di controllo. Introdurrà ogni venerdì il Prof. Domenico Del Nero Presidente associazione Firenze Dinamo.

PROGRAMMA:
La Toscana dei Medici – venerdì 15 aprile – ore 17.30
La conferenza è dedicata ai caratteri salienti del dominio mediceo che sancì il potenziamento dell’apparato statale, del controllo militare del territorio, con una formidabile serie di fortezze, dello sviluppo delle arti come forma di comunicazione della grandezza della dinastia, di una accorta politica matrimoniale di carattere internazionale.
Dai Medici ai Lorena – venerdì 29 aprile – ore 17.30
Un complesso accordo internazionale decise l’arrivo della dinastia lorenese in Toscana, al momento della morte dell’ultimo granduca mediceo Giangastone. Rifulge la figura di Anna Maria Luisa dei Medici, Elettrice Palatina, che nel 1737 vincolò alla permanenza a Firenze le opere d’arte delle collezioni medicee impedendone la dispersione.
Pietro Leopoldo – venerdì 13 maggio – ore 17.30
Il più celebre dei Granduchi lorenesi. Convinto assertore della necessità di dare allo stato un nuovo assetto rese di libera circolazione i prodotti agricoli, abolì le corporazioni favorendo la nascita delle Camere di Commercio, promosse l’agricoltura incentivando la piccola proprietà e la realizzazione di case coloniche sulla base di nuovi modelli architettonici, abolì la pena di morte e la tortura nel 1786.

Lascia un commento