Testata di informazione sul mercato dell'arte e la cultura
Direttore Paolo Vannini - Direttore Editoriale Pierluigi Massimo Puglisi

Articoli News Spettacolo Restauro Design Fotografia Antiquari, Gallerie e Musei Attenzione prego
Aste Europee Aste Italiane Aste Extra Europee Aste Press&Top Lots Libri e Riviste

22 Giu 2016

Londra, Bonhams presenta Post-War & Contemporary Art 26 giugno

bonhams.gif

Opere di Bonalumi, Pomodoro e Colombo fra i capolavori italiani del dopoguerra selezionati per la vendita dalla Casa d’aste inglese
Bonhams presenta una nuova, accurata selezione di opere italiane della seconda metà del XX secolo che saranno proposte nella prossima asta in New Bond Street il prossimo 29 giugno.
La stima iniziale di questa selezione e’ di £ 372,000-512,000 (€ 470.000-645.000).
Fra le proposte, Giallo di Agostino Bonalumi (lotto 11), eseguita intorno al 1967 e stimata £90,000-120,000 (€114.000-151.000): opera di grandi dimensioni con la classica estroflessione tipica dell’artista in questo periodo, una sporgenza che rende l’opera tridimensionale, ottenuta con un inserto in legno nel telaio. Appartiene al periodo più ricercato dai collezionisti italiani e esteri, ed e’ apparsa sul mercato per l’ultima volta nel 1997.

Dello stesso periodo La Colonna del viaggiatore, 1960, VIII di Arnaldo Pomodoro (lotto 19), il più importante scultore italiano vivente, stimata £60,000-80,000 (€75.000-100.000). Ha fatto parte della prestigiosa collezione del Barone Lambert ed e’ rimasta poi nella stessa famiglia fino ad oggi. Le opere di Pomodoro degli anni ’60 di queste dimensioni e qualità sono rare e di grande impatto.

Presenti altre due opere molto interessanti appartenenti all’arte ottico–cinetica: sono Spazio Elastico (1974) di Gianni Colombo (lotto 14) stimata £45,000-65,000 (€56.000-81.000), e Struttura in Acciaio 6×6 (1969) di Marina Apollonio (lotto 13) stimata £20,000-30,000 (€25.000-38,000). Gianni Colombo, co-fondatore del Gruppo T, è considerato uno dei più importanti artisti italiani del Dopoguerra; il mercato ha iniziato solo recentemente a riscoprire la sua arte in opere, rare da reperire, che propongono un’innovativa ed elegante visione della Luce e dello Spazio. La scultura di Marina Apollonio e’ la piu’ grande e importante dell’artista ad essere offerta sul mercato. Il trend per l’arte ottico-cinetica e’ in rialzo e lavori anni ’60-70 dei maggiori esponenti di questo movimento sono attualmente molto ricercate.

La selezione di opere italiane proporrà anche opere di Lucio Fontana, Alighiero Boetti, Mario Merz ed Ettore Spalletti.

gianni-colombo-spazio-elastico.jpg m-apollonio_struttura-in-acciaio-6×6.jpg pomodoro.gif

bonalumi.gif mao.gif

Il top lot dell’asta e’ Mao di Andy Warhol del 1973 (lotto 8), stimata £580,000-780,000 (€730.000-980.000). Quest’opera appartiene ad una prestigiosa collezione americana, non appare sul mercato da 35 anni e ha come provenienza la mitica galleria Leo Castelli di New York, che ha venduto alcune delle opere piu’ importanti della Pop Art americana. E’ una tela unica per l’abbinamento dei colori e per lo spessore della pittura acrilica, uno dei pochi esemplari che porta la firma e la data dell’artista insieme con lo stampo della Andy Warhol Art Authentication Board, ed e’ anche riprodotta nel Catalogo Ragionato dell’artista.  Mao e’ sicuramente una delle serie più conosciute dell’artista, presente nei musei di tutto il mondo.

La precedente asta dell’11 Febbraio scorso si è rivelata la migliore di Bonhams per l’Arte del Dopoguerra e Contemporanea, totalizzando £5,722,025 (€7.200.000, diritti compresi) con una percentuale di venduto per lotto dell’85% e di valore del 96%. Quest’asta ha confermato il trend in rialzo per opere rare, storiche e ‘fresche’  sul mercato con il record price per la scultura Untitled (Red Fan) del 1965 di Kazuo Shiraga, venduta per £1,538,500 (€1.940.000, diritti compresi), che corrisponde anche al record price per una scultura del gruppo Gutai in generale, e per opere di arte del dopoguerra italiano che attirano sempre di più non solo gli acquirenti internazionali ma anche musei e fondazioni in tutto il mondo.

Bonhams
Attiva in tutto il mondo, Bonhams è la Casa d’Aste privata inglese fra le più antiche e più importanti.
Caratteristiche vincenti di un successo che dura ormai da 200 anni sono, in primo luogo, i sessanta dipartimenti che contano i migliori specialisti di ogni campo dell’arte e del collezionismo, e una strategia di flessibilità nei servizi che consente di valutare e ammettere alla vendita un ampio ventaglio di oggetti di differente valore e importanza.
Dal gennaio 2015 ha completamente ristrutturato, allargandola, la propria rete in Italia con gli uffici di riferimento di Milano e di Roma, che seguono con competenza e sensibilità una clientela sempre più ampia. Tutti i giorni, gli uffici Bonhams sono in grado di avere i migliori specialisti internazionali per valutazioni gratuite e confidenziali dei propri beni e collezioni.

Milano e Nord Italia
Luca Curradi
Via Giovanni Boccaccio 22, 20123 Milano
Tel. 02 4953 9020
luca.curradi@bonhams.com

Roma e Centro-Sud Italia
Emma Dalla Libera
Via Sicilia 50, 00187 Roma
Tel. 06 485900
emma.dallalibera@bonhams.com

Ufficio stampa
Malvezzi Guandalini & Gattermayer Associati
Mara Malvezzi Guandalini +39 348 3127471 malveguanda@maguga.it
Paola Gattermayer +39 335 354303 gattermayer@maguga.it

Lascia un commento