Testata di informazione sul mercato dell'arte e la cultura
Direttore Paolo Vannini - Direttore Editoriale Pierluigi Massimo Puglisi

Articoli News Spettacolo Restauro Design Fotografia Antiquari, Gallerie e Musei Attenzione prego
Aste Europee Aste Italiane Aste Extra Europee Aste Press&Top Lots Libri e Riviste

29 Nov 2017

Il Mibact acquista il Museo Richard Ginori per 700mila euro

 ginori-h.gif

Il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo ha acquistato il Museo Richard Ginori (si intende l’edificio, non ancora la collezione che evidentemente essendo “legata“ all’edificio, seguirà) della Manifattura di Doccia di Sesto Fiorentino, testimonianza di una delle prime manifatture di ceramica e porcellana europee.

ginori-intero.gif ginoriimg20171127192111159_900_700.jpeg

L’immobile è stato acquistato al prezzo di 700mila euro, inferiore alle valutazioni precedentemente effettuate dall’Agenzia del Demanio e dal Tribunale di Firenze; entro 120 giorni dalla data odierna saranno cedute al Ministero anche le collezioni e gli allestimenti museali della Richard Ginori, beni culturali di eccezionale interesse storico-artistico, e ciò mediante il procedimento regolato dalla norma (art. 28-bis del D.P.R. n. 602 del 1973) che prevede la possibilità del pagamento di imposte dirette tramite cessione di beni culturali.

Il nuovo museo afferirà al Polo museale della Toscana.
«Un altro impegno mantenuto, ha commentato il ministro Franceschini. Il Museo Ginori entrerà a pieno titolo nel sistema nazionale dei musei che si occuperà della sua tutela e della sua valorizzazione. Abbiamo lavorato silenziosamente per salvaguardare una collezione eccezionale che è parte fondamentale del patrimonio culturale italiano».

Lascia un commento