Testata di informazione sul mercato dell'arte e la cultura
Direttore Paolo Vannini - Direttore Editoriale Pierluigi Massimo Puglisi

Articoli News Spettacolo Restauro Design Fotografia Antiquari, Gallerie e Musei Attenzione prego
Aste Europee Aste Italiane Aste Extra Europee Aste Press&Top Lots Libri e Riviste

8 Feb 2013

Londra, Christie’s coi surrealisti incassa 38,1 milioni di sterline vendendo 33 lotti sui 38 offerti

londra-asta-surrealisti.gif 

Grande successo, da fantascienza se pensiamo un attimo al mercato italiano così come si configura oggi,  stretto fra redditometri, redditest e criminalizzazioni di ogni tipo. Ed  il risultato sarebbe potuto essere ancora più corposo se non vi fosse stato prima dell’inizio il ritiro di tre lotti, un ritratto femminile di Dalì bloccato dall’assurda burocrazia che regola l’esportazione di opere dall’Italia  - anche in questa occasione siamo stati bravi a farci riconoscere - (lotto 122, stima 180-250mila sterline), un lavoro di Picabia (lotto 123, 300-550mila ) e, soprattutto, una grande ed inquietante tela di Delvaux “Les nymphes des eaux”, stimata 3-5 milioni di sterline

Successo per le sculture

Anche questo deve far riflettere se pensiamo al mercato italiano, visto che nell’asta londinese i due artisti hanno dominato la serata, Mirò e Magritte, hanno raggiunto risultati importanti con due sculture ; il bronzo “Femme” di Mirò ha agevolmente superato la stima di 3-5 milioni di sterline fermandosi a 6,3 milioni; il bronzo di Magritte, “Megalomania” ha portato il nuovo record per l’artista per un’opera tridimensionale, quasi triplicando la stima di 450-650mila sterline, raggiungendo 1,7 milioni di sterline.
Complessivamente, Magritte ha portato cinque dei dieci primi lotti per realizzo, con un solo lavoro invenduto dei nove proposti (lotto 140); fra gli invenduti di una certa importanza spicca, invece, una tela di Mirò, “L’echelle de l’evasion”, rara composizione stimata 5-8 milioni, ma rimasta sotto la pur ragionevole riserva (presunta) di 4 milioni di sterline. Gli altri cinque dipinti di Mirò hanno dato risultati in linea con le previsioni.

GLI ITALIANI:  I due lavori di De Chirico proposti hanno entrambi superato le stime. Pur se  contesi anche da clienti italiani,  sono stati aggiudicati a clienti asiatici, rispettivamente una “Piazza d’Italia” a 215mila sterline , dalla stima di 120-160mila , e il “Trovatore” a 735mila sterline.  oltre il doppio cioè della stima di 200-300mila .

Molti i compratori russi, ma comunque si segnala il  notevole allargamento della base degli acquirenti verso aree geografiche non occidentali.

(P.M.P.)

Joan Miró
Femme (Femme debout)
BRONZE WITH BLACK PATINA, HEIGHT: 189 CM.
Estimate: 3.000.000 - 5.000.000 £
Price Realized: 6.313.250 £
(courtesy of Christie’s e rispettivo artista)

joan-miro.gif

René Magritte
La folie des grandeurs (Megalomania)
bronze with golden brown patina, height: 168,6 cm.
Conceived in 1967 and cast in 1967 in an edition of five plus one artist’s proof.
Estimate: 450.000 - 650.000 £
Price Realized: 1.721.250 £
(courtesy of Christie’s e rispettivo artista)

magritte.gif

Lascia un commento