Testata di informazione sul mercato dell'arte e la cultura
Direttore Paolo Vannini - Direttore Editoriale Pierluigi Massimo Puglisi

Articoli News Spettacolo Restauro Design Fotografia Antiquari, Gallerie e Musei Attenzione prego
Aste Europee Aste Italiane Aste Extra Europee Aste Press&Top Lots Libri e Riviste

1 Ago 2016

Francavilla al Mare. Il Premio Michetti a Pedemonte Tarodo, Clark e Sabatini

Resi noti i nomi dei vincitori della 67a edizione del prestigioso Premio Michetti: insigniti ex aequo gli artisti Lorena Pedemonte Tarodo, Sonya Clark e Giovanni Sabatini. La mostra, a cura di Luciano Caramel e comprendente le opere di oltre venti artisti internazionali, è aperta al pubblico fino al 31 agosto presso il Museo di Palazzo San Domenico a Francavilla al Mare.

di Vittorio Schieroni

Palazzo San DomenicoPremio Michetti 2016Lorena Pedemonte Tarodo (particolare)

“Oltre, nel cosmo, nell’incognito degli universi e dello spaziotempo della contemporaneità” è il tema dell’edizione 2016 del Premio Michetti di Francavilla al Mare, con una mostra che trae ispirazione dalle teorie della fisica contemporanea, indagine sul rapporto interdisciplinare tra arte e scienza. Invitati a partecipare da Luciano Caramel, curatore del progetto, insieme a Kevin Mcmanus, Paolo Bolpagni, Elena Di Raddo, Emma Zanella e Anna D’Ambrosio, oltre venti artisti italiani e stranieri, che espongono in questi giorni i propri lavori presso il Museo di Palazzo San Domenico.

Sabato 23 luglio sono stati premiati tre artisti che hanno presentato opere particolarmente significative e di forte impatto visivo. Il Premio è stato attribuito ex aequo alla cilena Lorena Pedemonte Tarodo, una delle artiste di punta della galleria d’arte contemporanea Amy-d Arte Spazio di Milano, con l’installazione “Il giardino del segno_segni polifonici” del 2014, dove il segno è strutturato come un alfabeto della memoria e si duplica in infinite alterazioni creando un’identità nell’uguaglianza differente; alla statunitense di origine afrocaraibica Sonya Clark, con il lavoro “Whole hole hole whole”, artista che fa ricorso ai materiali più disparati, compresi capelli e pettini, sondando tematiche relative a razze, culture, classi e storia; e all’italiano Giovanni Sabatini, artista e Docente all’Accademia di Belle Arti di Brera, con il suo lavoro “FIAT LUX”. Da segnalare anche il premio alla carriera per l’artista Bruno Di Bello.

Lorena Pedemonte TarodoSonya ClarkGiovanni Sabatini

Il Premio Michetti, tra i più importanti del nostro Paese, è nato nel 1947 come omaggio al pittore Francesco Paolo Michetti e ha visto nel corso del tempo la partecipazione di artisti del calibro di De Pisis, Tosi, Cascella, Guidi, Prampolini, Reggiani, Sassu, Cantatore, Ceroli, con la collaborazione di critici e curatori quali Bonito Oliva, Sgarbi, Barilli, Caramel, Vettese, Zecchi, Daverio, Calvesi, Beatrice. Nella sua 67a edizione hanno partecipato, oltre ai tre vincitori, gli artisti Francesco Arecco, Aris, Renato Calaj, Domenico Carella, Enrico Cazzaniga, Francesco De Prezzo, Bruno Di Bello, Nicola Evangelisti, Raul Gabriel, Cesare Galluzzo, Albano Morandi, Marica Moro, Giancarlo Norese, Mattia Novello, Giovanni Padovese, Piero Paladini, Francesco Pedrini, Alice Pedroletti, Gian Paolo Roffi, Alessandro Rosa, Valdi Spagnulo, Dora Tass e August Muth, Alessandro Traina, Davide Tranchina, Maria Wasilewska. La mostra è aperta al pubblico fino al 31 agosto 2016, tutti i giorni a esclusione del lunedì, dalle ore 18 alle 23.

Premio Michetti 2016 - 67a edizione - “Oltre, nel cosmo, nell’incognito degli universi e dello spaziotempo della contemporaneità”

Fino al 31 agosto 2016, dal martedì alla domenica dalle ore 18 alle 23

Museo di Palazzo San Domenico, Piazza San Domenico, Francavilla al Mare (CH)

Informazioni: Fondazione Michetti - www.fondazionemichetti.it, fondazionemichetti@tiscalinet.it, 085.4912347

Lascia un commento